Pittura per esterni termoriflettente ReflexOut

Pittura per esterni termoriflettente a base di resine silossaniche e speciali cariche micro e nano dimensionate utile a ridurre il surriscaldamento delle murature in fase estiva e a limitare le dispersioni termiche in fase invernale.

SCHEDA TECNICA
DESCRIZIONE

REFLEX OUT è una pittura per esterni termoriflettente a base di resine silossaniche e speciali cariche micro e nano dimensionate utile a ridurre il surriscaldamento delle murature in fase estiva e a limitare le dispersioni termiche in fase invernale.

In fase estiva REFLEX OUT riduce sensibilmente le temperature superficiali delle facciate, attenuando il calore in entrata e aumentando lo sfasamento termico delle murature di un'ora (ISO EN 13786:2007). Gli ambienti interni restano più freschi limitando l'utilizzo di sistemi di raffrescamento.

In fase invernale invece, REFLEX OUT riduce le dispersioni di energia grazie all'aumento della resistenza termica delle murature (R 0,36 m2K/W*).

REFLEX OUT, grazie all'impiego di resine silossaniche, è una finitura di lunga durata, a bassissima presa di sporco, impermeabile all'acqua e ha un elevata permeabilità al vapore. Il film è inoltre protetto dall'attacco di alghe e muffe grazie a speciali cariche di nuova generazione a rilascio graduale.

REFLEX OUT è colorabile in oltre 10.000 tonalità effettuate con pigmentazione IR Riflettente: anche il pigmento, unitamente alla pittura, è in grado di riflettere il calore, garantendo ottime prestazioni anche in caso di tinte scure.

*Le prestazioni termiche di Reflex Out sono state determinate mediante UNI EN 1934:2000 " Prestazione termica degli edifici - Determinazione della resistenza termica per mezzo del metodo della camera calda con termoflussimetro - Muratura", normativa prevista dalla legislazione attuale per la corretta caratterizzazione termica dei materiali difformi dagli isolanti soggetti a marcatura CE
VANTAGGI
  • Riduzione surriscaldamento estivo delle murature e degli ambienti interni: minore impiego di sistemi di raffrescamento
  • Miglioramento della resistenza termica delle murature: riduzione dispersioni termiche inverali
  • Riduzione emissioni di CO2
  • Protezione delle facciate dagli shock termici
  • Riduzione delle isole di calore urbane
  • Protezione delle facciate dall'assorbimento d’acqua
  • Protezione delle facciate dalla formazione di alghe e muffe
  • Miglior comfort abitativo durante tutto l’anno: case più calde in inverno, più fresche in estate
DOVE SI USA
  • Proteggere le facciate di edifici residenziali e non dal surriscaldamento estivo
  • Migliorare la trasmittanza termica di edifici residenziali e non
  • Facciate con problematiche derivanti da shock termici (microcavillature, ecc)
  • Facciate con problematiche derivanti da scarso isolamento termico
  • Finitura termoriflettente per la protezione dal surriscaldamento estivo e la manutenzione ordinaria/straordinaria di Sistemi di Isolamento a Cappotto
  • Finitura con tinte scure per Sistemi a Cappotto
  • Finitura di intonaci e/o rasanti termici, tipo Termocem
  • Finitura di cicli deumidificanti
COME SI USA
Il prodotto è di facile utilizzo e può essere applicato a pennello, rullo, spruzzo o airless.
Prima dell'uso, la vernice termoriflettente per esterni va diluita e miscelata per bene.
La diluizione è di circa il 10 % in volume d’acqua per la prima mano e del 5% per la seconda mano.
Nel caso di applicazione a rullo, la diluizione è massimo con il 10-12% in volume d’acqua.
L'applicazione della vernice termoriflettente si esegue stendendo una prima mano di pittura, distribuendo il prodotto in modo uniforme sulla superficie.
Dopo almeno 10-12 ore si stende una seconda mano, incrociando le passate.
Se si utilizzano partite diverse di prodotto, è bene rimescolarle tra loro prima di dipingere, in modo che non risultino differenze di tonalità.
Si consiglia di terminare la tinteggiatura di una parete con un'unico lotto di vernice termoriflettente e di riprendere a dipingere sulla parete a spigolo con il lotto successivo.
Non vanno usati lotti differenti di ReflexOut sulla stessa parete.
Dopo l'uso gli attrezzi e le apparecchiature devono essere lavati immediatamente.
QUANDO SI USA
La temperatura ideale per l'applicazione del prodotto è compressa tra +5°C e +35°C con umidità relativa inferiore al 75%.
La vernice termoriflettente non va applicata se sulla superficie da trattare si riscontra condensa, umidità o efflorescenze saline che possono compromettere l'adesione.
In questi casi il supporto va precedentemente risanato.
La pittura non va applicata in condizioni di sole diretto o forte vento.
Dopo l'applicazione, la superficie dipinta con la vernice termoriflettente deve essere protetta da pioggia e umidità per almeno 48 ore in modo da consentire la completa essiccazione del prodotto e la regolare polimerizzazione, che si realizza nell’arco di 8 - 10 giorni.
Colature traslucide (lumacature) potrebbero formarsi se durante questo periodo di tempo si verificano piogge intense o episodi di elevata umidità, come nebbie o condense superficiali molto frequenti in autunno.
Questo fenomeno non pregiudica la qualità della vernice termoriflettente e viene eliminato semplicemente con un idrolavaggio o una normale pioggia.
COME PREPARARE IL SUPPORTO
La pittura si applica su supporti nuovi e vecchi che devono precedentemente essere puliti e asciugati.
Per i nuovi supporti o i rappezzi è necessario aspettare una stagionatura di almeno 4 settimane prima di stendere la vernice termoriflettente.
Per i vecchi supporti è necessario verificare la consistenza e rimuovere eventuali efflorescenze saline e parti in fase di distacco.
Crepe, cavillature, fori e altre imperfezioni vanno stuccati e livellati.
Se la superficie è già tinteggiata va spazzolata, raschiando via gli strati che si stanno per staccare.
Se il supporto presenta muffe o alghe è necessario rimuoverle, usando l'antimuffa professionale MuffaSan e igienizzare la superficie con il risanante MuffaSan.
Per migliorare l'adesione e rendere più uniforme l'assorbimento della vernice termoriflettente per esterno può essere utile pre trattare la superficie con un fissativo.
Per i nuovi intonaci e per le superfici in cemento, calcestruzzo e fibrocemento si consiglia di applicare una mano di additivo nanotecnologico Adelastic o di fissativo termico NanoPrimer.
Per gli intonaci con presenza di pitture minerali (calce o silicati) si suggerisce di impiegare una mano di additivo nanotecnologico Adelastic o di fissativo termico NanoPrimer.
Per gli intonaci con presenza di pitture sintetiche (acriliche o silossaniche) è bene utilizzare una mano di additivo nanotecnologico Adelastic, di fissativo termico NanoPrimer o di fondo per pittura UniforMant L o R prima di applicare la vernice termoriflettente.
DATI TECNICI
Il prodotto è una finitura liscia, opaca, termo riflettente a base di resine silossaniche e speciali cariche micro e nano dimensionate termo riflettenti. La vernice termoriflettente per esterni include una protezione anti alga a rilascio controllato.
Tipo di legante: polimeri silossanici in emulsione, modificati idrofobicamente
Aspetto: in pasta liscia/pigmentato
Peso specifico: (UNI EN ISO 2811-1) 25°C±2: 1105 ± 50 g/l
Resistenza termica: testata secondo norma UNI EN 1934:2000 R= 0,36 (m2k)/W
Sfasamento termico: 1 ora secondo norma UNI EN 1934:2000
pessore dello strato d’aria equivalente (UNI EN ISO 7783-2) Sd = < 0,1 m classe V1 (alta permeabilità)
Permeabilità all’acqua liquida e classificazione (UNI EN 1062-3) w24 = < 0,1 kg/m2 h0,5 Classe W3 (bassa permeabilità)
Classe di traspirabilità: V1 (UNI EN ISO 7783-2)
Idoneo per la protezione di facciate in quanto rispetta la teoria di KÜNZLE (DIN 18550) dove
  • W24 < 0,5 kg/m2 h0,5 e Sd <2 m Sd
  • W24 = < 0,01 kg/m h0,5
Grado di brillantezza (UNI EN ISO 2813): < 4 gloss, opaco
Contenuto COV (DIR. 2004/42/ CE) Pittura per pareti esterne di supporto minerale. Valori limiti UE per sottocategoria c, tipo BA 40 g/l (2010). Questa vernice termoriflettente contiene al massimo 40 g/l di COV
Applicazione: pennello, rullo, spruzzo o airless
Consumo teorico: circa 150 g/m2 per mano (0,10 l/m2)
Consumo minimo: 0,200 L/m2 a due mani
Resa teorica: 5 m2/l a due mani
Sovraverniciatura: 10-12 ore
La vernice termoriflettente ReflexOut viene fornita in imballi da 10 litri.
COME SI CONSERVA
Il prodotto teme il gelo e va conservato a temperatura compresa tra +5°C e +30°C nei contenitori originali sigillati.
In queste condizioni la durata della vernice termoriflettente in magazzino è di almeno un anno.
SICUREZZA
RelfexOut non richiede etichettatura di pericolosità secondo quanto previsto della normativa in vigore.
La vernice termoriflettente è un prodotto professionale e va impiegato nel rispetto delle norme d’igiene e di sicurezza vigenti.
Dopo l’uso, i contenitori non vanno dispersi nell’ambiente.
I residui vanno fatti essiccare e devono essere trattati come rifiuti speciali.
Per maggiori informazioni sulla vernice termoriflettente ReflexOut è possibile consultata la scheda di sicurezza.